European Youth Together è uno dei bandi europei per giovani più interessanti finalizzato alla promozione di iniziative che abbiano un forte impatto sulla società

Sabato 4 luglio inizierà la collaborazione tra Il Post e Project School. In particolare saremo presenti su Konrad, la newsletter sull’Europa de Il Post, con una nostra personale bacheca su opportunità in ambito europeo per organizzazioni e persone. Bandi (tra cui anche bandi europei per giovani) tirocini, call per start up, concorsi, ecc. Per iscrivervi alla newsletter, cliccate qui. Almeno un’opportunità sarà poi approfondita sul nostro blog di Project School. Oggi è il turno di un approfondimento sul bando European Youth Together, che già conoscete poiché oggetto di un webinar qualche settimana fa. Buona lettura!

Anche quest’anno la Commissione Europea ha pubblicato uno dei bandi europei per giovani più interessanti legato proprio al tema delle politiche giovanili. Si tratta di European Youth Together, che intende promuovere il ruolo dei giovani come ambasciatori del progetto europeo. In che modo? Aumentando la loro partecipazione civica e il loro impatto sulle comunità.

Bandi europei per giovani: gli obiettivi di European Youth Together

Il bando è indirizzato a network giovanili, nello specifico a organizzazioni no-profit create e gestite da giovani. Questo è un punto molto importante. Non basta lavorare con i giovani: bisogna esserlo per partecipare a questo bando! Ogni progetto prevede la creazione di network giovanili che devono operare insieme per veicolare iniziative pensate per il mondo post Covid. Iniziative legate a 3 degli 11 European Youth Goals: società inclusive (#3), informazione e dialogo costruttivo (#4) ed Europa verde sostenibile (#10).

Gli obiettivi specifici di ogni progetto sono la promozione dei valori della solidarietà, della partecipazione democratica e dei dibattiti sull’Unione Europea. E anche la partecipazione dei giovani (soprattutto quelli appartenenti alle fasce più deboli) alla vita politica in generale.

Il bando è aperto sia a no-profit e ONG che lavorano con i giovani sia ad autorità pubbliche a livello nazionale, regionale e locale. Un requisito importante riguarda il numero di partner e di Paesi che devono essere coinvolti: almeno 5 partner da almeno 5 Paesi (Stati Membri più Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Macedonia, Serbia, Turchia).

European Youth Together si prefigura quindi come uno dei bandi europei per giovani più interessanti, anche per via di un budget molto ampio. 5 milioni di euro, con una previsione di finanziamento tra 10 e 15 proposte. Ogni progetto, quindi, può avere tra i 100.000 e i 500.000 euro di finanziamento dall’UE a copertura di costi di personale, viaggi, servizi, ecc.

Trattandosi di un bando per natura aperto agli scambi, la mobilità sarà un fattore determinante. Il fatto stesso di citare espressamente il Covid è un segnale di attenzione per calibrare bene eventuali missioni transnazionali. Ma anche per l’apprendimento a distanza e l’utilizzo di piattaforme digitali per la comunicazione tra partner e utenti.

European Youth Together scade il 28 luglio, e i progetti dovrebbero essere selezionati secondo la timeline presente nel bando entro novembre. L’inizio, invece, dovrebbe essere previsto entro gennaio 2021.

Se avete bisogno di ulteriori informazioni sul bando, o di un supporto nella sua preparazione, non esitate a contattarci alla mail: info@projectschool.eu.

In bocca al lupo!

Ultimi post